Chirurgia Ricostruttiva

Si apprende giorno per giorno sui testi, ma essenzialmente nei luoghi deputati: gli ospedali pubblici.
Si cresce osservando a lungo i migliori, facendo tesoro delle loro esperienze ed anche dei loro errori.
L’emergenza è un punto nodale: scelte difficili in condizioni difficili su pazienti complessi in pochi minuti.
Questo ci servirà ad affrontare tutte le situazioni in cui ci troveremo con freddezza e positività.
Non bisogna avere fretta di crescere. Io ho imparato molto di più osservando che facendo.
Il paziente è sacro e va rispettato sempre.
E’ nelle nostre mani e crede ciecamente in noi.
L’esercizio manuale è importante, ma non sempre è necessario intervenire. ”Primum non nocere”.
Il buon Chirurgo Plastico è quello che fa apparire ogni intervento semplice, anche se non lo è.
La Chirurgia Ricostruttiva è quella che restituisce innanzitutto la funzione. La creatività ed il senso estetico faranno il resto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *