Profilo professionale

Il Dottor Giancarlo Liguori è nato nel 1949 a Zoagli (Ge).

Ha conseguito la maturità classica nel 1968.

Nello stesso anno si è iscritto alla facoltà di Medicina e Chirurgia e si è laureato nel 1975 presso l’Università G. D’Annunzio di Chieti.

Trasferitosi subito a Torino , ha cominciato a frequentare il Centro Traumatologico , presso la Divisione di chirurgia plastica e Centro grandi ustionati, diretto dal Prof S. Teich Alasia, di cui è stato allievo e collaboratore per 20 anni.

Nel 1978 conseguiva il diploma di specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica presso la Università di Milano.

Dal 1977 al 1999 è stato dipendente del CTO , prima in qualità di assistente e poi di aiuto.

E’ stato Consigliere della Società Italiana di chirurgia plastica.

Durante tutto questo periodo ha frequentato numerosi centri di chirurgia plastica all’estero per lunghi periodi : Università di Rio de Janeiro diretta dal Prof Ivo Pitanguy, il Centro medico chirurgico Dalinde di Città del Messico diretto dal Prof Gonzales Ulloa, la Clinica del Prof Ortiz Monasterio, sempre a Città del Messico, la Texas University( Shriners Burn Institute ) a Galveston, Texas , il Baptist Hospitala Nashville, Tennessee diretto dal Prof Pat Maxwell , per il perfezionamento nella chirurgia ricostruttiva della mammella. Ha frequentato lo studio del Prof John B. Tebbetts e del Prof Sam T. Hamra entrambi a Dallas, Texas.

Ha pubblicato numerosi articoli ed è stato relatore in Congressi nazionali ed internazionali.

Ha partecipato annualmente a numerosi corsi di perfezionamento in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica .

Dal 1990 è membro del Comitato Medico di Interethnos Interplast Italy, di cui è attualmente Vice Presidente.

Ha partecipato a 23 missioni umanitarie in vari paesi in via di sviluppo in qualità di Chirurgo Plastico Senior e di Team Leader.

Attualmente è consulente per la chirurgia ricostruttiva mammaria presso l’Ospedale Gradenigo di Torino.

Il Dottor Giancarlo Liguori esercita la libera professione a Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *